Fazioli Pianoforti

1982 - 1986

Nel febbraio 1982 la gamma composta dai 4 modelli sinora realizzati - F156, F183, F228 e F278 - viene esposta alla Fiera di Francoforte. L’area di produzione all’interno dello stabilimento MIM raggiunge i 600 metri quadri e vengono prodotti 2 pianoforti al mese.

Nel 1983 ha inizio la collaborazione con il Centro Ricerche Zanussi Zeltron, con lo scopo di studiare e migliorare la qualità del suono. Cominciano ad essere conseguiti i primi successi sul versante artistico: tra il 1984 e il 1985 pianisti del calibro di Aldo Ciccolini, Alfred Brendel, Martha Argerich, Vladimir Aschkenazy, Lazar Bermann Nikita Magaloff, Michel Beroff, Annie Fischer, Louis Lortie e tanti altri, hanno modo di suonare su pianoforti Fazioli. Un buon numero di importanti sale da concerto acquista il gran coda F278 e si apre l’esportazione ai maggiori Paesi Europei e agli Stati Uniti.

L’esigenza di creare uno strumento di ancor maggiore potenza e ricchezza di suono destinato a grandi sale da concerto, ispira la concezione del modello F308, il pianoforte più lungo ancor oggi disponibile sul mercato. Mentre si lavora allo sviluppo di questo progetto, si intraprende anche lo studio per un modello “intermedio”, di 212 cm di lunghezza, l’F212, a completamento della gamma.

Fazioli Pianoforti s.p.a.
Cap. Soc. € 466.650,00 i.v.
C.F. e P. IVA: IT 00425600939
Via Ronche, 47 - 33077 Sacile (PN)
Tel. +39.0434.72026
info@fazioli.com
crediti: Representa