Fazioli Pianoforti

1987 - 1994

Il prototipo del primo F308 viene “battezzato” nel 1987 presso il Teatro Comunale di Monfalcone dove il pianista francese François Joël Thioller suona i due concerti per pianoforte di Tchaikovsky.

Subito dopo, Lazar Berman utilizza il pianoforte F308 alla Carnegie Hall, con il Secondo Concerto di Liszt. Murray Perahia fa la stessa scelta per la sua esibizione al Teatro Goldoni di Venezia.

Verso la fine dell’anno, Alfred Brendel sceglie i Fazioli per la sua tournée italiana. La collaborazione con il Centro Ricerche Zanussi sfocia nell’ottimizzazione e ulteriore perfezionamento dell’intera gamma: i sei modelli (F156, F183, F212, F228, F278, F308) - che ancor oggi rappresentano la collezione Fazioli completa – sono pronti per essere esposti all’edizione 1988 della Fiera di Francoforte.

Grazie all’ampliamento dell’area produttiva all’interno della fabbrica MIM e all’introduzione di moderne tecnologie, la produzione riesce a toccare in questo periodo i 6 pianoforti al mese.

Nel 1994 la Fazioli Pianoforti partecipa per la prima volta al NAMM show di Anaheim, California, occasione che gli permette di entrare nel mercato nord-americano.

Segue, nello stesso anno, la partecipazione a MUSIC CHINA, Shanghai, che aprirà la strada del successo anche in Cina. Un pianoforte a coda viene venduto al Sydney Town Hall in Australia e inaugurato alla presenza del primo Ministro australiano Paul Keeting. I pianoforti Fazioli sono inoltre scelti per il Concorso Pianistico Gina Bachauer di Salt Lake City (UT-USA).

Fazioli Pianoforti s.p.a.
Cap. Soc. € 466.650,00 i.v.
C.F. e P. IVA: IT 00425600939
Via Ronche, 47 - 33077 Sacile (PN)
Tel. +39.0434.72026
info@fazioli.com
crediti: Representa