DMITRII KALASHNIKOV

venerdì, 01 Luglio 2022 - 19:00

Biglietti in vendita dal 30 maggio.

>>> ACQUISTO ONLINE – clicca qui <<<

Dmitrii Kalashnikov ha iniziato i suoi studi alla celebre Scuola Gnessin di Mosca, per diplomarsi “con onore” nel 2017 al Conservatorio Tchaikovsky sotto la guida di Elena Kuznetsova. Nel 2011 ha ricevuto un importante riconoscimento dal Presidente della Federazione Russa per i suoi meriti artistici. Dal 2018 si perfeziona al Royal College of Music nella classe di Vanessa Latarche grazie al supporto della Neville Wathen Scholarship. Le sue esibizioni toccano già, oltre alle sale più importanti di Mosca e San Pietroburgo, anche Francia, Austria, Estonia, Italia, Polonia, Belgio e Regno Unito.

Si esibisce frequentemente con la Russian National Orchestra sotto la guida di Mikhail Pletnev, con il quale ha suonato anche in duo pianistico. Ormai da tempo, Dmitrii Kalashnikov è impegnato nell’organizzazione di concerti di beneficienza. Nello stesso periodo in cui è risultato vincitore al Jacques Samuel Intercollegiate Piano Competition è salito sul primo gradino del podio anche al concorso Les Etoiles Du Piano (France).

Jaques Samuel Pianos Intercollegiate Competition (London, UK)

Il concorso, che si svolge con cadenza annuale, è nato nel 1996 con il proposito di dare ai giovani pianisti l’opportunità di competere ad alto livello acquisendo esperienza su come si affronta un concorso pianistico. E’ aperto a tutti gli studenti del primo anno post-laurea delle quattro principali scuole di musica di Londra: Guildhall School of Music & Commedia, Royal Academy of Music, Royal College of Music, Trinity Laban Conservatoire of Music and Dance.


WOLFGANG AMADEUS MOZART (Salisburgo, 1756 – Vienna, 1791)
Sonata per pianoforte n. 12 in fa maggiore, K 332
– Allegro
– Adagio
– Allegro assai

JOHANNES BRAHMS (Amburgo, 1833 – Vienna, 1897)
Sonata n. 2 in fa diesis minore per pianoforte, op. 2
– Allegro non troppo ma energico
– Andante con espressione
– Scherzo: Allegro e Trio: Poco piu moderato
– Finale: Sostenuto. Allegro non troppo e rubato

SERGEJ PROKOF’EV (Soncivka, 1891 – Mosca 1953)
Sonata per pianoforte n. 3 in la minore, op. 28
– Allegro molto sostenuto. Andante assai. Allegro con brio, ma non leggiero