Fazioli Pianoforti

Stagione 2017 - 2018

Stagione concertistica 2017/2018
La tredicesima stagione concertistica della Fazioli Concert Hall raccoglie in maniera più decisa e “coraggiosa” alcuni propositi che da tempo coltiviamo: primo fra tutti, quello di dare sempre maggiore spazio ai nuovi volti del panorama concertistico. Uno dei privilegi che l’attività dell’azienda Fazioli ci concede è quello di entrare continuamente in contatto con operatori del settore musicale, festival, concorsi pianistici internazionali. Questo ci porta ad incontrare nuovi artisti, alcuni dei quali, spesso molto giovani, ci colpiscono in modo particolare per le loro doti tecniche, interpretative e comunicative, al punto da farci desiderare di condividere queste “belle sorprese” con il nostro pubblico. Non abbiamo tuttavia rinunciato ad impreziosire il cartellone di alcune note stelle del firmamento pianistico. Ad una di queste, la fenomenale artista salentina Beatrice Rana, spetterà il compito di alzare il sipario, realizzando il nostro sogno di riaverla a Sacile per un recital solistico. Come lei, anche il bresciano Federico Colli è stato nominato dalla rivista britannica International Piano fra “i trenta pianisti under 30” che ci si aspetta dominino la scena musicale mondiale negli anni a venire. Accanto a loro spicca un altro concertista in carriera fra i più seguiti dalla critica, l’ucraino Antonii Baryshevsky, vincitore del Concorso Rubinstein di Tel Aviv nel 2014.

Parallelamente al percorso tracciato da questi tre fuoriclasse, che rappresentano una generazione di giovani pianisti già “consacrata” a livello mediatico, incontriamo i nomi di celebrati artisti che a buon diritto sono già entrati nella storia dell’interpretazione. Ecco dunque il ritorno alla Fazioli Concert Hall del geniale Olli Mustonen, stavolta in duo assieme all’altrettanto anti-convenzionale violoncellista Steven Isserlis, e, a distanza di quasi dodici anni, quello del magistrale François-Joël Thiollier, che chiuderà la nostra serie raccontandoci la sua colta e sfaccettata rivisitazione dei diversi “temperamenti” di Claude Debussy. Non potevamo poi esimerci dall’ospitare il concerto celebrativo dei sessant’anni di attività del duo Bruno Canino e Antonio Ballista che, come sottolineato da Piero Rattalino, costituisce un vero e proprio “pezzo della musica del Novecento”.

Percorriamo ora le “novità” di questo cartellone, quelle a cui guardare con particolare curiosità. Yevgeny Yontov, premiato come miglior pianista israeliano e per la migliore esecuzione di musica da camera al Concorso Rubinstein di Tel Aviv nel maggio 2017, è stato da noi invitato ad esibirsi insieme al Quartetto Adorno, formazione nata e cresciuta in seno alla Scuola di Musica di Fiesole, che ha fatto incetta di premi all'ultima edizione del concorso Paolo Borciani di Reggio Emilia. Approda a Sacile con un programma raffinatissimo il duo violino-pianoforte formato dalle sorelle Maria e Nathalia Milstein, di nazionalità francese e di origine russa, che abbiamo conosciuto “separatamente”, l’una in occasione di una registrazione discografica, l’altra ai diversi concorsi internazionali presso i quali si è distinta. Il ventitreenne Kenneth Broberg, statunitense, ha visto puntarsi su di lui i riflettori della critica internazionale con la vittoria della medaglia d’argento al Concorso Van Cliburn nel giugno 2017, ma il nostro invito risale all’anno precedente, quando risultò finalista al Concorso di Sydney. Infine, a rappresentare il fertilissimo Sol Levante, il duo pianistico formato dai cinesi Ming Xie e Jianing Kong, che rispettivamente dal Sichuan Conservatory di Chengdu e dalla provincia di Guangdong, sono approdati l’uno alla Juilliard School di New York e l’altro al Royal college of Music di Londra, mettendosi in luce per l’incredibile talento e la grande determinazione che ha permesso loro di distinguersi nel sempre più complesso e competitivo panorama che caratterizza il mondo del pianoforte.

In tale ricco mosaico, si fa sempre più avvincente la sfida di presentare un programma all’altezza delle aspettative di un pubblico sempre più attento ed esigente. L’augurio è che ogni spettatore possa trovare nel nostro cartellone, secondo le rispettive sensibilità, il “proprio” momento indimenticabile per intensità ed emozione.

Ing. Paolo Fazioli
Fazioli Pianoforti spa
 

Fazioli Pianoforti s.p.a.
Cap. Soc. € 1.000.000,00 i.v.
C.F. e P. IVA: IT 00425600939
Via Ronche, 47 - 33077 Sacile (PN)
Tel. +39.0434.72026
info@fazioli.com
crediti: Representa